Elenco dei certificati anagrafici rilasciabili

Tutti i certificati hanno di norma una base di dati comune, ovvero: cognome e nome, luogo e data di nascita, a cui vengono associate altre informazioni a seconda della loro utilità.

La finalità e la destinazione del certificato condizionano l’applicazione dell’imposta di bollo e delle annotazioni, come da DPR 642/72 tabella B e leggi speciali.

  • certificato di residenza: riporta la residenza anagrafica del titolare;
  • stato di famiglia: riporta la composizione della famiglia che ha la residenza in una determinata abitazione;
  • convivenza anagrafica; è lo stato di famiglia di coloro che hanno la residenza in comunità (casa di riposo, caserma, comunità religiosa, convitto, ecc.), e riporta solo il nominativo per cui è stato richiesto;
  • certificato di stato libero: certifica che la persona non è legato da vincoli di matrimonio o unione civile;
  • certificato di esistenza in vita: certifica che la persona è vivente da un punto di vista amministrativo;
  • certificato contestuale di residenza e stato di famiglia: residenza e stato di famiglia certificati in un unico documento;
  • certificato contestuale di residenza, stato di famiglia, cittadinanza, stato civile: residenza, stato di famiglia, cittadinanza, stato civile certificati in un unico documento;
  • certificato di cittadinanza italiana: non può essere rilasciato per gli stranieri;
  • certificato di convivenza di fatto: certifica che due persone hanno costituito una convivenza di fatto ai sensi della norma sulle unioni civili.