Stato Civile

Le funzioni di stato civile sono in capo al Sindaco e svolte, su delega, dagli Uffici comunali competenti. Ogni Comune si occupa di registrare e conservare gli atti formati nel comune o comunque relativi a soggetti ivi residenti,  riguardanti la cittadinanza, la nascita, i matrimoni, le separazioni, i divorzi e la morte. A questi vanno aggiunti gli atti relativi alle unioni civili.

Di cosa si occupa:

  • Tenuta e aggiornamento dei registri di stato civile (cittadinanza, nascita, matrimonio, unioni civili e morte);
  • pubblicazioni di matrimonio;
  • rilascio certificati ed estratti di stato civile;
  • consulenza per richieste di cittadinanza italiana, cambio di cognome e/o nome, adozione;
  • trasmette alle pubbliche amministrazioni che ne fanno richiesta in, base   alle  norme  vigenti,  gli  estratti  e  i  certificati  che concernono lo stato civile, in esenzione da ogni spesa;
  • rilascia gli  estratti e i certificati che concernono   lo  stato  civile,  nonchè  le  copie  conformi  dei documenti depositati presso l’ufficio dello stato civile;
  • verifica, per le pubbliche amministrazioni che ne fanno richiesta, la veridicità   dei  dati  contenuti  nelle  autocertificazioni prodotte dai cittadini in tutti i casi consentiti dalla legge

Quali sono i certificati di stato civile che può richiedere il cittadino:

  • Nascita, morte, matrimonio, libretto di famiglia, unione civile,
  • estratti per riassunto degli atti di nascita, di matrimonio e di morte
  • Modelli plurilingue degli atti di stato civile ì, ai sensi della Convenzione di Vienna (se destinati agli stati aderenti alla Convenzione)

Ai sensi del DPR 396/00 i certificati di stato civile sono esenti da imposte e ogni spesa.

Fonti normative: DPR396/00; Legge 91/1992; Legge 76/2016